Go to Top

LA VITA E’ IL TEMPO PER AMARE E NON PER POSSEDERE

Queste le parole della Catechesi che Papa Francesco ha fatto nel corso dell’Udienza generale in Piazza San Pietro lo scorso 7 novembre e a cui ho avuto la gioia di partecipare.

Avevo già incontrato Papa Francesco insieme a Margareta nel mese di novembre del 2013 ed è stata una grande emozione poterlo incontrare, al termine dell’Udienza, e condividere con lui anche il nostro impegno i servizio e di volontariato a vantaggio di tante situazioni di povertà e di disagio.

E’ stato emozionante vedere il Papa così attento ed interessato al mio racconto a tal punto che mi ha spontaneamente benedetto la Croce del Fiore della Misericordia che ho al collo.

Questa benedizione, insieme alle sue parole “Bravo! Non mollare mai!” le dedico a tutti coloro che incontro lungo la strada del mio servizio e a tutti i volontari, ai collaboratori e agli operatori che mi seguono in questa meravigliosa esperienza del tentare, ogni giorno, di donare la felicità agli altri consolandoli dalle loro piccole-grandi afflizioni!

Al Papa ho potuto consegnare una lettera che sono contento di condividere con voi:

“Carissimo Papa Francesco ho già avuto la gioia di incontrarti all’inizio del tuo pontificato e successivamente ho provato a scriverti diverse volte.
Ciò che mi spinge e’ soprattutto la gratitudine e la gioia per i tuoi insegnamenti e per aver riportato la Misericordia al centro della Chiesa e di ogni esperienza di fede .
I tuoi scritti e l’indizione del Giubileo straordinario sono stato una grande conferma al percorso spirituale del Fiore della Misericordia che dal 2013 aveva iniziato a muovere i primi passi andando a coronare e ad affidare un carisma alle opere che hanno finora caratterizzato , da 17 anni , il mio essere un prete felice !
Il mio servizio agli ultimi mi ha aiutato a vivere le Opere di misericordia corporali . Esso è’ iniziato durante la guerra nei Balcani, nel 1993, quando avevo 20 anni ed è’ attualmente ancora attivo sia in Italia dove cerchiamo , soprattutto a Frosinone , di sostenere tanti poveri in una particolare periferia della città , il Casermone , e anche in Bosnia Erzegovina dove ancora vive sono le Ferite della Guerra e presso l’ospedale pediatrico di Gornja Bistra , in Croazia , dove in maniera continuativa si sono recati a fare servizio già 10500 volontari attraverso la nostra Onlus , il giardino delle Rose blu, dove ci piacerebbe averti per una visita !
Attraverso il mio servizio come Psicoterapeuta, docente e coordinatore del Consultorio Familiare della Diocesi e il servizio come supervisore in Consultori Familiari di altre Diocesi , sperimento ogni giorno la pratica delle Opere di misericordia spirituale .

don Ermanno_Papa Francesco2(…)Tutto ciò ha fatto nascere, come ti dicevo e con la Benedizione del mio Vescovo ,il Fiore della Misericordia : un percorso che oggi raduna 90/100 persone un po’ sparse in Italia che partendo dal dono della Eucarestia , il disco del Fiore, camminano per cercare di fare propri alcune dimensioni evangeliche, indicate nei petali del fiore, con lo scopo di far fiorire la Misericordia di Dio, donata soprattutto nel dono della Eucarestia , attraverso la pratica delle 14 opere di misericordia indicate nei bracci della croce che, come appartenenti al percorso , portiamo al collo. Ognuno di noi si impegna in un percorso di formazione e di preghiera con il fine di comprendere e scegliere quale delle 14 Opere rappresenta una missione specifica di ognuno di noi. È bello che in questo percorso si stiano coinvolgendo soprattutto coppie e famiglie .

L’attuazione pratica del Fiore della Misericordia sarebbero i Villaggi della Misericordia, degli spazi dove offrire servizi e aiuti alle persone ispirati dalle Opere di misericordia … di questi villaggi ne abbiamo sinora uno un Croazia , a Gornja Bistra , ed un altro a Frosinone (…)
Con devozione, gratitudine e affetto”

Don Ermanno

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *